Glutatione biodisponibile

Svolgere un ruolo significativo nel perseguimento del benessere inteso come accezione più ampia della salute.

Tioesteri del Glutatione (Glutatione Biodisponibile)

Perchè è importante?

Il glutatione (GSH) è una molecola vitale per la sopravvivenza:
- Madre di tutti gli antiossidanti
- Disintossicante principale
- Maestro del sistema immunitario

L’ organismo produce glutatione, ma diverse situazioni tra cui una cattiva alimentazione, l’inquinamento, le tossine, i farmaci,  lo stress, i traumi, l’invecchiamento, le infezioni e le radiazioni riducono i livelli di glutatione  nell’organismo.

Questo ci rende soggetti a:
- Degenerazione cellulare (stress ossidativo e radicali liberi)
- Infezioni e cancro

Il fegato è sovraffaticato e danneggiato e quindi incapace di svolgere la sua azione disintossicante.

Cos'è?

- E’ la combinazione di tre aminoacidi: acido glutammico, cisteina e glicina.

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

- Il glutatione ha una forte azione depurificante dovuta al contenimento dello zolfo al suo interno. Questo gli consente di catturare sostanze nocive presenti nell'organismo, quali radicali liberi, tossine, mercurio e altri metalli pesanti.

Quale attività svolge?

- Normalmente, il glutatione non può essere assorbito dall'organismo in quanto non è in grado di attraversare la membrana cellulare.

- La particolarità della molecola di Innbiotec, è quella di poter attraversare tale membrana perchè  il glutatione è legato ad acidi grassi essenziali.

- Quando la nostra molecola incontra una cellula, si comporta come un Cavallo di Troia.  I nostri acidi grassi si uniscono con quelli della  membrana, consentendo al glutatione di attraversare la membrana e raggiungere l’interno della  cellula.

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

- Una volta all’interno della cellula, la molecola si scinde nei suoi componenti, fornendo così all’organismo due efficaci antiossidanti e un antinfiammatorio.

Renovase

Quando la scienza sposa la natura: dall’incontro tra il seme di lino con il lievito nasce il più efficace antiossidante oggi disponibile per la cosmesi.

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

Composizione e benefici

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

Renovase® favorisce il rinnovamento delle cellule cutanee.

Invecchiamento cutaneo

Processo multifattoriale che combina fattori intrinseci (diminuzione della funzione cellulare geneticamente programmata durante l’invecchiamento) con fattori estrinseci (ad esempio, l’esposizione ai raggi ultravioletti e inquinamento ambientale).

 

Numerosi studi scientifici hanno evidenziato come nell’avanzare dell’età si verifichi nei tessuti una riduzione significativa dei livelli intracellulari di Glutatione (GSH) correlata ad un incremento dello stress ossidativo. L’effetto più visibile è l’invecchiamento della pelle.

 

Il GSH assunto per via orale, non è in grado di penetrare nei tessuti, data la sua natura idrofilica; inoltre viene rapidamente degradato dagli enzimi digestivi.

Renovase®, invece, grazie alla sua natura lipofilica, resiste all'attacco degli enzimi idrolitici, ed è in grado di attraversare le membrane cellulari.
All’interno delle cellule gli enzimi scindono la molecola, liberando GSH e AGCL (Acidi Grassi a Catena Lunga) che ripristinano le corrette difese antiossidanti.

Renovase® è stato inserito all’interno di una struttura liposomiale per assicurarne la completa biodisponibilità cutanea. In questo modo, quindi, esplica al meglio la sua attività.

Renovase®, integrando le due molecole esalta e potenzia gli effetti benefici di entrambe.

Benefici di Renovase® 

Effetto Anti Aging

Protegge le cellule cutanee dall’invecchiamento causato dalla componente ultravioletta della luce solare e da altri fattori esogeni :

- attenuazione delle rughe di espressione e di anzianità
- uniformità della cromia cutanea
- pelle più elastica
- maggiore idratazione e luminosità

 

Effetto Sbiancante
Esercita un’azione sbiancante sulla cute, con una visibile riduzione delle macchie cutanee.

In seguito all’applicazione del prodotto, 2 volte al giorno, per almeno 3-4 settimane gli effetti sono evidenti.

Evidenze scientifiche

Il Glutatione (GSH) è la principale difesa antiossidante delle cellule e svolge fondamentali attività fisiologiche :

Equilibrio ossido-reduttivo cellulare: il residuo di cisteina del glutatione reagisce con i radicali liberi e li inattiva.

 

Detossificazione: il GSH a livello epatico partecipa ai meccanismi di detossificazine degli xenobiotici. Reagisce con tossine endogene ed esogene (per es. farmaci), formando coniugati idrosolubili che vengono escreti.

 

Modulazione del sistema immunologico: Il sistema immunologico è molto sensibile ai livelli di GSH e la sua funzionalità risulta compromessa in condizione di bassi livelli di glutatione, quali si riscontrano in condizioni di stress, nell'invecchiamento e in tutte le malattie di carattere degenerativo.

 

Regolazioni cellulari: Il glutatione partecipa alla regolazione dell’equilibrio pro-ossidanti/anti-ossidanti, dal quale dipendono molte funzioni vitali della cellula quali la sintesi e la riparazione del DNA, la biosintesi delle proteine e l’attivazione e la regolazione degli enzimi.

Gli acidi grassi essenziali (AGE, PUFA).

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

Gli AGE, per esempio gli acidi linoleico e linolenico, appartengono alla categoria degli acidi grassi polinsaturi a catena lunga, in quanto presentano due o più doppi legami lungo la catena carboniosa. Liquidi a temperatura ambiente, sono indispensabili per l’organismo umano. Queste sostanze svolgono una vasta gamma di funzioni estremamente importanti, fra cui la regolazione del metabolismo del colesterolo, il mantenimento delle membrane cellulari, dell’idratazione e dell’elasticità della pelle, la produzione di sostanze ormonali.

Tutele Brevettuali

Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma
Glutatione biodisponibile | Innbiotec Pharma

Bibliografia

1) Daniel Wright; Mariagioia Zampagni; Elisa Evangelisti; Simona Conti,; Giampiero D’Adamio; Andrea Goti; Claudia Fiorillo; Niccolò Taddei; Cristina Cecchi, Gianfranco Liguri Protective properties of novel S-acyl-glutathione thioesters against ultraviolet-induced oxidative stress Photochemistry and photobiology, 1751-1097, 2012 Aug 30.

2) Mariagioia Zampagni; Daniel Wright; Roberta Cascella; Giampiero D’Adamio; Fiorella Casamenti; Elisa Evangelisti; Francesca Cardona; Andrea Goti; Benedetta Nacmias; Sandro Sorbi; et al. Novel S-acyl glutathione derivatives prevent amyloid oxidative stress and cholinergic dysfunction in Alzheimer disease models. Free Radic. Biol. Med. 52, 1362 (2012).

3) Anna Pensalfini; Cristina Cecchi; Mariagioia Zampagni; Matteo Becatti; Fabio Favilli; Paolo Paoli; Serena Catarzi; Silvia Bagnoli; Benedetta Nacmias; Sandro Sorbi; et al. Protective effect of new S-acylglutathione derivatives against amyloid-induced oxidative stress. Free Radic. Biol. Med. 44, 1624 (2008).

4) A. Pensalfini, C. Cecchi, MG. Zampagni and G. Liguri. Protective effects of GSH-S-acyl derivatives against amyloid-induced oxidative stress. Protein Misfolding and Aggregation in Ageing and Disease, Conferences Jacques-Monod, 11-15 April 2007, Roscoff, France.

5) A. Saragosa. Immortalità: lo scienziato he sfida il tempo con una medusa in testa Il Venerdì di Repubblica, “Scienze”, 56-58, 18 Gennaio 2013

6) Cecchi, C.; Fiorillo, C.; Sorbi, S.; Latorraca, S.; Nacmias, B.; Bagnoli, S.; Nassi, P.; Liguri, G. Oxidative stress and reduced antioxidant defenses in peripheral cells from familial Alzheimer’s patients. Free Radic. Biol. Med. 33:1372–1379; 2002.

7) Schulz, J. B.; Lindenau, J.; Seyfried, J.; Dichgans, J. Glutathione, oxidative stress and neurodegeneration. Eur. J. Biochem. 267:4904–4911; 2000.

8) Taylor, C. R. and A. J. Sober (1996) Sun exposure and skin disease. Annu. Rev.Med. 147, 181-191.

9) Afaq, F. (2011) Natural agents: cellular and molecular mechanisms of photoprotection. Arch. Biochem. Biophys. 508, 144-151.

10) Pence, B. C. and M. F. Naylor (1990) Effects of single-dose ultraviolet radiation on skin superoxide dismutase, catalase, and xanthine oxidase in hairless mice. J. Invest. Dermatol. 95, 213-216.

11) Masaki, H., Y. Okano and H. Sakurai (1998) Differential role of catalase and glutathione peroxidase in cultured human fibroblasts under exposure of H2O2 or ultraviolet B light. Arch. Dermatol. Res. 290, 113-118.

11) Renzing, J., S. Hansen and D. P. Lane (1996) Oxidative stress is involved in the UV activation of p53. J. Cell Sci. 109, 1105-1112.

12) Connor, M. J. and L. A. Wheeler (1987) Depletion of cutaneous glutathione by ultraviolet radiation. Photochem. Photobiol. 46, 239-245.

13) Clydesdale, G. J., G. W. Dandie and H. K. Muller (2001) Ultraviolet light induced injury: immunological and inflammatory effects. Immunol. Cell. Biol. 79, 547-568.

14) Bertling, C. J., F. Lin and A.W. Girotti (1996) Role of hydrogen peroxide in the cytotoxic effects of UVA/B radiation on mammalian cells. Photochem. Photobiol. 64, 137-142.

15) Hanada, K., D. Sawamura, K. Tamai, I. Hashimoto, S. Kobayashi (1997) Photoprotective effect of esterified glutathione against ultraviolet B-induced sunburn cell formation in the hairless mice. J. Invest. Dermatol. 108, 727-730.

16) Hayes, J. D. and L. I. McLellan (1999) Glutathione and glutathione-dependent enzymes represent a co-ordinately regulated defence against oxidative stress. Free Radic. Res. 31, 273-300.

contatta un esperto

Hai Bisogno di aiuto?

Siamo qui per te, pronti a rispondere alle tue domande.